Skip to main content

Le spiagge magiche dell'Albania

L’Albania è una terra piena di sorprese e capace di stupire ancheil turista più scettico. Immersa tra mare e montagna, l’Albania è una meta in cui trovare e lasciarsi affascinare dalla sua cultura e dai suoi paesaggi naturali.


Il miglior modo per muoversi all’interno del Paese è l’auto anche se si devono fare i conti con una rete stradale abbastanza precaria. Anche le strutture alberghiere e gli hotel sono in pieno sviluppo quindi per chi desidera una vacanza all’insegna del lusso il consiglio è quello di prenotare un hotel dall’Italia, tramite internet, per trovare la soluzione ideale.
Detto questo, basta avvicinarsi alla città di Saranda per scoprire degli scorci di Mar Ionio incantevoli, capaci di non far rimpiangere il mare caraibico. La spiaggia Palasa di Valona, per esempio, merita sicuramente una sosta. Situata nello splendido tratto di costa compreso tra il Passo di Llogaraja e Saranda è caratterizzata da casette bianche e piccoli borghi che si affacciano su distese di sabbia dorata circondate da una natura incontaminata.
Nei pressi del villaggio di Lukove, nel sud dell’Albania, c’è la spiaggia di Shpella. Si tratta di una distesa di sabbia mista a ghiaia affacciata sullo Ionio, orlata da vegetazione e ricca di fascino e bagnata da un mare cristallino.
Tra le mete più suggestive si trova la baia di Kakome, una dei più bei tratti di mare della costa balcanica. Qui la costa, protetta da colline ricoperte dalla tipica macchia mediterranea, offre due lunghi tratti di spiaggia sabbiosa, raggiungibile dalla strada che porta al paese di Nivice.

Comments

  1. spero di ritornare questo anno in albania che mi mancha tanto la mia terra

    ReplyDelete

Post a Comment

Popular posts from this blog

Useful informations about albania

Useful info for your stay in Albania •  International telephone prefix :  +355 • Capital :  Tirana • Language:  Albanian-Shqip • Currency:  Albanian Lekë Emergency numbers Road police:  126 Police:  129 Emergency:  112 Ambulance:  127 Fire Brigade:  128 Visa regulations: What you need to know The visa policy of Albania grants 90-day visa-free entry to all Schengen Annex II nationalities, except for Dominica, East Timor, Georgia, Grenada, Kiribati, Marshall Islands, Micronesia, Palau, Saint Lucia, Saint Vincent and the Grenadines, Samoa, Solomon Islands, Tonga, Trinidad and Tobago, Tuvalu and Vanuatu. Other countries which are not part of the Schengen Annex II nationalities but can travel in Albania without Visa are Armenia, Azerbaijan, Kosovo, Kuwait, and Turkey. All European Union citizens, or citizens coming from Australia, Canada, Iceland, Hong Kong, Kazakhstan, Kosovo, Macedonia, Montenegro, New Zealand, Norway, Singapore, South Korea, Switzerland, Vatican City, USA, 

Oricum (Orikos)

Oricum is located to the right of the Vlora-Saranda national road and 42 km south of the Greek colony of Apollonia. According to Pseudo-Scymnos, the city of Oricum was established by Euboeans who, being on their way home from Troy were blown off their route by strong winds. Its geographical position made it an important harbor on the Adriatic coast. Oricum was used by the Romans in ancient times as a defensive base in the wars against the Illyrians as well as in the 3rd century B.C. against the Macedonians, who in fact occupied it in 214 B.C. Julius Caesar stationed his troops in camps there for several months, until they were taken by Pompey (Pompeius Magnus). Being in the crossroads of such influences, Oricum became a civilized urban centre, as evidenced by various archaeological ruins, such as part of an Orchestra, a small theatre, which is thought to have seated 400 spectators, traces of wall ruins and streets that are clearly seen, albeit lying under the water of the lagoon

Himara

Himara è una città di antiche origini. Himara, era una delle città più importanti di Haonise, da sud a raggiungere il fiume Kallamas. Altre città di Hoanise erano  Oriko, Palesti, Meandria, Finiqi, Butrint, ecc ..Il nome Himare deriva da un animale mitologico che è stato ucciso da Velerefonti. In seguito il nome fu cambiato da Himera in Himare. Nel tardo bizantino suo nome era scritto in greco, dopo essere stato erroneamente considerata che l'etimologia del nome derivava dalla parola greca del "fiume".   L'espressione antica di Himara viene espressa nel suo antico castello dove si trovano elementi che dimostrano la sua antichità di 3000 anni . Himara faceva sivuramente parte delle Tribu illire. In alcune parti il muro è costruito da sassi giganti , questa parte del muro del castello è la piu antica.Questi muri di pietre giganti realizzati ed elaborati con particolare cura nella forma quadrangolare, appartengono al secondo millennio a C.   Himara è una villaggio b