Skip to main content

Da visitare a Tirana



Torre dell'orologio di Tirana
Questa torre si trova nel centro della capitale albanese , Tirana, 
è stata costruita ne 1822.  
Ha 90 scale a forma di spirale ed è alta 35 metri.
Originariamente aveva una campana portata da Venezia la quale suonava ogni ora. La cupola che si trova in cima dà a questa unì'architettura come alla San Marco.
Nel 1928 il Comune di Tirana conquistò  un orologio dalla Germania. Questo orologio fu poi distrutto nella seconda guerra mondiale e siccome era distrutto fu sostituito nel 1946 da un orologio della chiesa di Scutari la quale aveva i numeri romani.
Quesa torre è anche il simbolo della città di Tirana.
La torre dell'orologio  è aperta ai turisti dal 1996. 


Moschea di E'them Beut 

Situato nel centro di Tirana. Si è iniziata a costruirla nel 1798 ed è finita nel 1821.
E molto visitata non solo dai musulmani credenti  ma anche dai turisti che si trovano a Tirana.



Ponte "Ura e tabakave"
Si tratta di un piccolo ponte di pietra situato nel Boulevard "Zhan D'Ark". Il ponte ha un'altezza di 7,5 metri è anche conosciuto come il Ponte di San Giorgio. Si tratta di una cultura del monumento reatraurato , la cui costruzione della prima metà del XIX secolo.



Mosaico di Tirana
Si trova sulla strada Naim Frasheri. Essa è il più antico edificio della città di Tirana, ed è stato parte del piano di una villa romana del III secolo. In seguito questo posto è servito a costruire una chiesa paleo - cristiana. Questo mosaico si chiama anche - Mosaico della chiesa di Kruja , di San Giorgio.



I muri dal castello di Giustiniano
Si trovano nella strada "Murat Toptani" vicino al Cimena Millenium.
Il castello fu costruito da imperatore bizantino Giustiniano nel VI secolo (520 anni). Frammenti di mura rimanenti hanno un'altezza di sei metri. Il castello di Tirana è stata una stazione della vecchia strada " Via Egnatia ".

Comments

Popular posts from this blog

Useful informations about albania

Useful info for your stay in Albania •  International telephone prefix :  +355 • Capital :  Tirana • Language:  Albanian-Shqip • Currency:  Albanian Lekë Emergency numbers Road police:  126 Police:  129 Emergency:  112 Ambulance:  127 Fire Brigade:  128 Visa regulations: What you need to know The visa policy of Albania grants 90-day visa-free entry to all Schengen Annex II nationalities, except for Dominica, East Timor, Georgia, Grenada, Kiribati, Marshall Islands, Micronesia, Palau, Saint Lucia, Saint Vincent and the Grenadines, Samoa, Solomon Islands, Tonga, Trinidad and Tobago, Tuvalu and Vanuatu. Other countries which are not part of the Schengen Annex II nationalities but can travel in Albania without Visa are Armenia, Azerbaijan, Kosovo, Kuwait, and Turkey. All European Union citizens, or citizens coming from Australia, Canada, Iceland, Hong Kong, Kazakhstan, Kosovo, Macedonia, Montenegro, New Zealand, Norway, Singapore, South Korea, Switzerland, Vatican City, USA, 

Oricum (Orikos)

Oricum is located to the right of the Vlora-Saranda national road and 42 km south of the Greek colony of Apollonia. According to Pseudo-Scymnos, the city of Oricum was established by Euboeans who, being on their way home from Troy were blown off their route by strong winds. Its geographical position made it an important harbor on the Adriatic coast. Oricum was used by the Romans in ancient times as a defensive base in the wars against the Illyrians as well as in the 3rd century B.C. against the Macedonians, who in fact occupied it in 214 B.C. Julius Caesar stationed his troops in camps there for several months, until they were taken by Pompey (Pompeius Magnus). Being in the crossroads of such influences, Oricum became a civilized urban centre, as evidenced by various archaeological ruins, such as part of an Orchestra, a small theatre, which is thought to have seated 400 spectators, traces of wall ruins and streets that are clearly seen, albeit lying under the water of the lagoon

Albania moves towards legalizing recreational marijuana

Prime Minister Edi Rama said the government intends to pass the law on the legalization of medical cannabis during this parliamentary session that will close in the summer. "I said before, this is not the time to talk about this issue, but to keep the situation under control with illegal cultivation and trafficking, the situation is now under control," Rama said. "On the other hand, we have been working on this project for more than a year, to do analysis, and in fact now the conditions are ripe. Where the ideas come from, I'm not the one fighting for copyright. This is now a global trend. I know we are on time and we will push this project forward. We are in time to approve it by this parliamentary session," said the Prime Minister.